Stile a radici esposte (Ne-agari)

Uno stile piuttosto raro, ricorda alberi che crescono in zone paludose tropicali, le cui radici sembrano lunghe zampe o cresciuti in zone impervie con poco terreno, che a causa del dilavamento provocato dalle piogge o altri eventi naturali, hanno le radici principali esposte fino a raggiungere il livello del terreno sottostante. Tronco e rami sono contorti a dimostrare i disagi sopportati. L’albero sembra sospeso e l’insieme dà l’impressione come di galleggiare in una leggerezza aerea. Le radici sono volutamente fatte crescere sopra il livello del terreno e ciò viene ottenuto coltivando un albero in un vaso profondo usando terreno soffice e poroso. Le radici principali vengono disposte interrandole come attorno ad un sasso immaginario e cimate ripetutamente sempre ad un certo livello per far sviluppare in quel punto molte radichette. Quando le dimensioni sono ritenute soddisfacenti si può mettere l'albero in un vaso più basso, lasciando emergere vistosamente l'insieme delle radici principali. Con i rinvasi successivi provvederemo gradualmente a scoprire le radici della pianta. In questo stile si sfrutta il fatto che le radici più vecchie non svolgono più la funzione di assorbire le sostanze nutritive dal terreno, ma servono esclusivamente per sostenere la pianta al contrario delle radici giovani il cui compito è invece solo quello di alimentare la pianta. Partendo da questa considerazione si scoprono le radici più vecchie lasciando nel terreno solo le giovani radichette.

La realizzazione dello stile prevede tempi di lavorazione molto lunghi dato che le radici vanno scoperte gradualmente anno dopo anno.

Tutti