La Schefflera (arboricola, actinophylla) Famiglia Araliaceae. Genere di piante arbustacee o arboree sempreverdi, composto da circa 150 specie ampiamente distribuite nelle regioni tropicali originaria dell'Australia, Nuova Guinea, Giava e delle isole del Pacifico. Può raggiungere l'altezza di una trentina di metri con la caratteristica di formare una chioma espansa terminale. Ha foglie palmato-composte con 5-7 segmenti di forma ovale di colore verde inteso o variegate verde e giallo su lunghi steli, fiori terminali a 5-6 elementi raccolti in grappoli, con petali di color rosso scuro e frutti rossi. Tronco grigio chiaro con la tendenza a produrre radici aeree. In appartamento si adatta molto bene, risulta una pianta robusta e duratura ed è molto apprezzata per la facilità con cui riesce ad adattarsi ad ambienti poco illuminati. La varietà più usata come bonsai è la Chisae.

Seme: La moltiplicazione per seme può essere effettuata quasi tutto l'anno in seminiere con un terriccio specifico. Il seme va ricoperto con almeno 0,5cm di terriccio, germinano in 2-3 settimane e le piantine sono pronte per il rinvaso dopo 8-10 settimane. Talea: Non viene usata per la tendenza delle talee di punta di perdere le foglie durante la radicazione.
60% terriccio e 40% di sabbia a grana grossa.
Elevata, spruzzare le foglie con uno spruzzino, soprattutto quando fa più caldo.
Cresce meglio in luoghi ben illuminati, ma si adatta bene anche a zone ombrose.
Durante il rinvaso accorciare i tronchi alle prime foglie. Nel periodo vegetativo eliminare le foglie più grandi. Le legature per posizionare i tronchi non sono solitamente necessarie, ma possibili in estate.
Ogni 2 anni a primavera.
Se gli apici e i margini delle foglie si seccano significa che l'ambiente è troppo secco; se le foglie deperiscono e le radici si sfaldano state bagnando troppo; infine se le foglie scoloriscono e i rami crescono debolmente manca la luce ed è quindi opportuno spostare la pianta in un luogo più illuminato.

Tutti